Integratori

Arginina per combattere gli effetti del Long Covid

Arginina e Long Covid - copertina

È stata recentemente divulgata la notizia che uno studio condotto dall’Ospedale Domenico Cotugno di Napoli, in collaborazione con l’Università Federico II (Napoli) e l’Albert Einstein College of Medicine (New York), ha segnalato un’importante correlazione fra il cosiddetto Long Covid e l’aminoacido Arginina. Lo studio, pubblicato sulla rivista scientifica The Lancet, evidenzia come i sintomi postumi del Covid-19 possano essere ridotti grazie alla somministrazione di arginina. Attenzione però, ciò non significa necessariamente che questo particolare aminoacido rappresenti la cura al Coronavirus

In queste pagine analizzeremo lo studio in questione e i risultati ottenuti, al fine di stabilire in modo chiaro quali siano gli effetti dell’arginina sul Long Covid

Cos’è il Long Covid?

Prima di entrare nel merito della questione, cerchiamo di capire con precisione il significato di alcuni termini ricorrenti nello studio in analisi, a partire da Long Covid. La maggior parte dei pazienti ricoverati in ospedale a causa del Coronavirus manifesta problemi e sintomi della malattia a lungo termine, ovvero anche dopo essere guariti e dimessi dall’ospedale. Coniato nel maggio 2020, il termine Long Covid nasce per indicare proprio gli effetti che il Covid-19 può avere, anche a diversi anni dalla guarigione. 

Le problematiche più comuni sono affaticamento e dispnea, ovvero una respirazione particolarmente difficoltosa, ma fra i sintomi legati al Long Covid riscontrati troviamo anche:

  • febbre lieve;
  • perdita di memoria;
  • cambiamenti di umore;
  • insonnia;
  • emicrania;
  • dolori articolari;
  • diarrea;
  • vomito;
  • perdita di gusto e olfatto;
  • dolori articolari;
  • mal di gola e difficoltà a deglutire;
  • diabete e ipertensione;

Trattandosi di una malattia che, sotto certi aspetti, presenta ancora molte incognite, gli scienziati non sono ancora stati in grado di comprendere i motivi dell’insorgenza di molte di queste patologie. E lo stesso vale per i tempi di recupero. Sebbene circa il 95% dei pazienti dichiari di non avere più nessun sintomo dopo 2 mesi dalla guarigione, in altri casi ci sono voluti 9 mesi, in altri più di un anno. 

Nell’ultimo anno sono stati avviati diversi studi sugli effetti a lungo termine del Covid-19 sulla salute, come ad esempio lo studio che prende il nome di Post-Hospitalization Covid-19 dell’università di Leicester. Tuttavia, si tratta di studi a durata biennale, che saranno completati, al più presto, fra 6 mesi. Lo studio che stiamo analizzando, invece, si è svolto in un periodo di tempo più breve, di poco inferiore ad un anno, perché concentrato su un aspetto specifico della malattia. Ma perché i ricercatori dell’ospedale Cotugno si sono concentrati proprio sull’arginina?

Cos’è l’arginina e perché dovrebbe aiutare?

Quello che inizialmente appariva come un virus che colpiva principalmente i polmoni, si è in realtà rivelato il responsabile di una malattia multiorgano. Oltre all’apparato respiratorio, infatti, il Covid-19 colpisce anche, ad esempio, il cuore ed il tessuto endotelialeQuest’ultimo, per semplificare, rappresenta il tessuto interno dei vasi sanguigni, dei vasi linfatici e del cuore, svolge importantissime funzioni regolatrici (del flusso sanguigno ma non solo) ed è uno dei bersagli primari del Coronavirus

La maggior parte dei pazienti affetti da Covid-19, infatti, hanno mostrato sintomi di disfunzione endoteliale, una condizione che viene normalmente trattata tramite la somministrazione di Arginina. É dunque in quest’ottica che si è sviluppato lo studio dell’Ospedale Cotugno di Napoli. 

Lo studio e i suoi risultati

Arginina per combattere il long covidEntrando più nel dettaglio della ricerca in questione, si tratta del primo studio che si pone l’obiettivo di valutare gli effetti dell’arginina su pazienti affetti da Covid-19Dei 101 pazienti monitorati, 48 sono stati trattati con arginina, mentre 53 hanno ricevuto un placebo, al fine di verificare l’effettiva efficacia del trattamento.  

I risultati hanno evidenziato che:

  • nessuno dei pazienti trattati con arginina ha mostrato reazioni avverse all’aminoacido;
  • a 10 giorni dall’inizio del trattamento, il 71.1% dei pazienti trattati con arginina ha visto ridurre la necessità del supporto respiratorio, contro il 44,4% dei pazienti trattati con il placebo;
  • a 20 giorni dall’inizio, non si sono notate differenze degne di nota;
  • i pazienti a cui è stata somministrata l’arginina hanno visto ridursi notevolmente i tempi della loro permanenza in ospedale (25 giorni contro i 46 del “gruppo placebo”).

Interpretando i dati qui elencati, possiamo riassumere dicendo che lo studio ha dimostrato l’efficacia dell’arginina per la cura dei sintomi da Long Covid per la maggior parte dei soggetti trattati, riducendone sensibilmente la gravità ed accorciando i tempi di recupero. 

Per una percentuale dei pazienti, tuttavia, il trattamento si è rivelato meno efficace. Coloro che non hanno reagito positivamente alla cura entro i primi 10 giorni, infatti, hanno mostrato una progressione della malattia simile ai pazienti del gruppo placebo (ciò spiega perché a 20 giorni da inizio cura non vi siano state differenze). I motivi di quest’ultimo punto non sono ancora chiari e necessitano di ulteriori approfondimenti, considerando inoltre quanto poco ancora conosciamo di questa insidiosa malattia. 

Conclusioni

È doveroso precisare che la somministrazione di arginina è avvenuta contemporaneamente alle normali cure mediche. Tuttavia lo studio dimostra che l’impiego dell’aminoacido arginina rappresenta un trattamento efficace per contrastare i sintomi del Long Covid, almeno in un certo numero di individui. Attendiamo l’esito di studi approfonditi per ulteriori conferme in questo senso.

Quello che possiamo affermare con sicurezza è che, considerato che non tutti i soggetti affetti da Covid-19 hanno (fortunatamente) bisogno di essere ospedalizzati, una buona soluzione per combattere i sintomi del Coronavirus sul lungo periodo è rappresentata dagli integratori di argininaBioline Integratori offre una vasta gamma di integratori con arginina, utili per il ciclo dell’urea ma, come abbiamo visto, non solo! Visita lo shop per scoprire tutti i nostri prodotti a base di arginina.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.